L’idea di formare un coro fu lanciata dalla direttiva del locale Ente turistico nel 1975 con l’intento di animare la valle. Si avanzarono varie proposte e quella di formare una corale mista trovò ampi consensi. L’anno dopo, esattamente il 10 giugno 1976, nella sala comunale di Moghegno una sessantina di amanti del bel canto della valle e dei dintorni risposero con la loro presenza. Visto il grande l’entusiasmo venne formato il primo comitato e alla carica di presidente venne eletto Eli Ottolini.

Corale Valmaggese 1984

Concerto a St. Imier il 1. agosto 1984

Si trovò poi nel maestro Gianni Zanotti una guida esperta e competente: a quel punto la Corale Valmaggese poté finalmente iniziare la sua attività e già un anno dopo nel mese di maggio la Corale presentò il primo concerto a Cevio.

A questi due nomi la Corale Valmaggese deve molto: Eli Ottolini l’ha seguita con grande passione e entusiasmo fino al 2003 e il maestro Zanotti è rimasto alla direzione fino al 2000, forgiandone negli anni una spiccata personalità artistica e raggiungendo un'eccellente interpretazione canora.

Gianni Zanotti

Il maestro Gianni Zanotti

Dopo la sua prematura scomparsa seguirono alcuni anni piuttosto travagliati dai quali la Corale Valmaggese è uscita rinnovata nei ranghi ma con la stessa voglia originaria di cantare, di cantare insieme.

Corale Valmaggese 2009

La corale sfoggia la nuova divisa nel 2009

Alla direzione per un breve periodo si susseguirono Mattia Pinchetti e Alvaro Spagnoli. Dal 2003 la direzione è assunta dal maestro Guido Paroni e sotto la sua attenta e sensibile direzione la corale ha trovato nuove motivazioni e un nuovo assetto artistico.

Guido Paroni

Il maestro Guido Paroni

Dopo varie sedi temporanee per le prove, dalla fine del 2001 la Corale Valmaggese ha una propria dimora a Gordevio, dove si trova il mercoledì dalle ore 20.15 alle 22.15 per le prove settimanali e, visto l'accoglienza del luogo, anche per varie attività ricreative. L’eco dei nostri canti arriva anche oltre San Gottardo come pure al di fuori dai confini nazionali, con molte trasferte in varie parti d’Italia (terra di grandi cori e di altrettanto grandi maestri e compositori) e in Germania. Indimenticabili sono anche le due trasferte in California, la prima delle quali nel 1991, per festeggiare con i nostri emigranti i 700 anni della Confederazione.

Condividi su:

Webdesign: Alfio Cerini 2019